Language : it
Currency : EUR

Il carrello è 0 Articoli

Prodotto aggiunto al tuo carrello

Quantità
Totale

Ci sono 0 articoli nel tuo carrello. Il tuo carrello contiene un oggetto.

Totale prodotti (Tasse incl.)
Totale spedizione (Tasse incl.) Spedizione gratuita!
Totale (Tasse incl.)
Continua lo shopping Procedi con il checkout

Oleificio Montuori

Elenco di prodotti del produttore Oleificio Montuori

L'azienda si trova a Villamaina nelle vicinanze delle Antiche Terme di San Teodoro, nella Valle d'Ansanto, zona decantata da Virgilio nei versi 563 – 571 del VII libro dell'Eneide – "Vi è un luogo nel centro dell'Italia, sotto i monti alti, celebre, la cui fama percorre molte contrade, la valle dell'Ansanto ..." .

Si tratta di una azienda agricola a conduzione familiare, "costruita" un pezzo alla volta, in un contesto in cui regnava il latifondo baronale ed ecclesiastico, che ancora oggi fa sentire i sui effetti non positivi, riassumibili nel condizionamento della generalizzata situazione di frammentazione e polverizzazione fondiaria. Accanto alla coltivazione di cereali, foraggere, vite, in azienda sono condotti circa 5 ha ad oliveto. Si tratta per gran parte di impianti specializzati realizzati nel 1998, allevati a vaso. La varietà predominante è la Ravece, sono presenti pure olivi delle varietà Frantoio, Leccino, Nocellara, Marinese, Ogliarola, Pendolino, Grappolino e Cretaiola. La gestione del terreno si basa su inerbimento controllato (agevola la raccolta e riduce il fenomeno erosivo) e lavorazione superficiale (contenimento compattamento del terreno) ogni 3-4 anni. La raccolta, direttamente dalla pianta, è completamente meccanizzata con l'ausilio di uno scuotitore al tronco.

L'azienda si trova a Villamaina nelle vicinanze delle Antiche Terme di San Teodoro, nella Valle d'Ansanto, zona decantata da Virgilio nei versi 563 – 571 del VII libro dell'Eneide – "Vi è un luogo nel centro dell'Italia, sotto i monti alti, celebre, la cui fama percorre molte contrade, la valle dell'Ansanto ..." .


Si tratta di una azienda agricola a conduzione familiare, "costruita" un pezzo alla volta, in un contesto in cui regnava il latifondo baronale ed ecclesiastico, che ancora oggi fa sentire i sui effetti non positivi, riassumibili nel condizionamento della generalizzata situazione di frammentazione e polverizzazione fondiaria. Accanto alla coltivazione di cereali, foraggere, vite, in azienda sono condotti circa 5 ha ad oliveto. Si tratta per gran parte di impianti specializzati realizzati nel 1998, allevati a vaso. La varietà predominante è la Ravece, sono presenti pure olivi delle varietà Frantoio, Leccino, Nocellara, Marinese, Ogliarola, Pendolino, Grappolino e Cretaiola. La gestione del terreno si basa su inerbimento controllato (agevola la raccolta e riduce il fenomeno erosivo) e lavorazione superficiale (contenimento compattamento del terreno) ogni 3-4 anni. La raccolta, direttamente dalla pianta, è completamente meccanizzata con l'ausilio di uno scuotitore al tronco. Avviene quando le olive sono in piena invaiatura e questo permette di ottenere un olio con un ottimo profilo aromatico, con una sensibile nota in "amaro" e in "piccante", apprezzato dal consumatore preparato e, purtroppo, ritenuta come nota non sempre positiva dal consumatore abituato ad acquistare oli economici ed anonimi al supermercato. Le olive appena raccolte vengono stoccate in contenitori fenestrati (i sacchi, responsabili del riscaldamento delle drupe, non sono più utilizzati) e molite nelle 24 ore successive (di norma durante la notte seguente la raccolta) nell'oleificio continuo aziendale, che lavora anche a conto terzi. La produzione di olio si attesta intorno ai 5000 Kg/annui, quantità destinata ad aumentare in relazione al raggiungimento della maturità produttiva degli oliveti aziendali e in una prospettiva di un acquisto di olive da olivicoltori della zona. Le condizioni climatiche e pedologiche della zona, il patrimonio varietale, la raccolta effettuata al giusto grado di maturazione con la successiva repentina trasformazione, l'utilizzo delle macine in pietra nella rottura delle drupe e di un razionale binomio "temperatura - tempo" in fase di gramolatura, le idonee condizioni di stoccaggio (lontano da fonti di calore, luce e ossigeno) e, soprattutto, le ridotte dimensioni aziendali (si può prestare attenzione più al risultato qualitativo che a quello quantitativo) e la cura e la passione degli operatori che seguono tutta la filiera, permettono di ottenere un prodotto con caratteristiche peculiari, tanto da avere ottenuto diversi riconoscimenti.

Di Più
Attendere prego ...